Alfa Romeo B-Tech, novità di stile, allestimento e tecnica

20 set 2018 Silvia Pirovano
Alfa Romeo B-Tech, novità di stile, allestimento e tecnica

Ventata di stile e “cattiveria” in puro spirito Alfa Romeo per Giulia, Stelvio e Giulietta. Un’operazione che caratterizza ulteriormente i modelli in questione in rapporto anche alle importanti ambizioni internazionali e agli attacchi di una concorrenza sempre più ricca di proposte, specie sul versante dei SUV Premium e dell’ammiraglia.

Sulla Giulia, con la nuova serie speciale B-Tech, è del tutto evidente l’apparentamento con la versione Veloce dalla quale preleva particolari come il paraurti e i cerchi da 19” - che conquistano i 20” sulla Stelvio - cambiando i terminali di scarico. Mutano il trilobo del frontale, le calotte degli specchietti in nero lucido,e si introducono i gruppi ottici bi-xeno di serie. Entrano nella dotazione nuove tecnologie per la guida assistita e per un maggior confort di marcia e un più evoluto sistema di interconnessione con display da 8,8” con software Alfa Connect Service S con controllo remoto e Cruise Control adattivo.   Da questo processo di sviluppo non resta esclusa la Giulietta che si sforza di copiare le sorelle maggiori distinguendosi a sua volta con dettagli nero lucidi e badge bruniti, ruote da 18”, paraurti più aerodinamici e minigonne. Sono presenti anche il sistema Alfa Connect con schermo da 7” e l’utile telecamera posteriore; sarà infine possibile interfacciarsi con il software Mopar. Il sostanzioso pacchetto comporterà un supplemento di 1.500 euro rispetto all’allestimento Super.   La Giulia B-Tech è disponibile con motore benzina 2.0 litri da 200 CV a 48.400 euro e turbodiesel 2.2 da 160 e 190 CV, quest’ultimo ance AWD Q4, rispettivamente a 46.400, 48.900 e 51.900 euro; tutti con cambio automatico a 8 rapporti con levette al volante.  La Stelvio B-Tech è offerta con motore benzina 2.0 Turbo da 200 e 280 CV abbinato al cambio AT8 e alla trazione integrale Q4 a 56.900 e 59.950 euro. Il turbodiesel è il 2.2 da 190 CV, a trazione posteriore oppure a AWD Q4 disponibile anche con potenza a 210 CV; anche in questo caso il cambio è l’AT8 e il listino muove da 55.150, a 57.650, a 58.650 euro. Infine la Giulietta B-Tech monta il 1.4 Turbo benzina da 120 CV a 27.950 euro e il diesel 1.6 JTDM, sempre da 120 CV, a 28.950 oppure a 30.950 con cambio a doppia frizione TCT.  
Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Mirko Dall’Agnola, Suzuki Vitara
Intervista a

Mirko Dall’Agnola, Suzuki Vitara

13 dic 2018 Paolo Pirovano

Spazio ad una delle ultime novità presentate al Salone dell’Auto di Parigi. Protagonista in studio la SUZUKI VITARA che si è sottoposta a numerosi cambiamenti tutti sotto...

Continua
Eugenio Blasetti, Mercedes Classe C
Intervista a

Eugenio Blasetti, Mercedes Classe C

07 dic 2018 Paolo Pirovano

Puntata dedicata alla nuova MERCEDES CLASSE C, il modello di Stoccarda di maggior successo a livello globale che si rinnova completamente. Non si tratta del solito e semplice...

Continua
G. Bitti e G. Mazzara, Kia Ceed
Intervista a

G. Bitti e G. Mazzara, Kia Ceed

04 dic 2018 Paolo Pirovano

Puntata dedicata all’ultima novità di Kia con in studio la terza generazione della Ceed in versione Hatchback 5 porte, vettura di segmento C. Un modello che avrà un ruolo...

Continua