GT X Experimental, prefigurazione del futuro di Opel

29 ago 2018 motorpad.it
GT X Experimental, prefigurazione del futuro di Opel

Prende forma il futuro di Opel e si manifesta concretamente nel concept GT Experimental che ha come compito primario la raffigurazione e la conservazione anche plastica dei valori del marchio e proporre le soluzioni per la mobilità elettrica di cui tutti i modelli Opel avranno una versione entro il 2024. La fonte ispiratrice di questo programma è la GT X Experimental, un grintoso SUV compatto che si sviluppa in 4,06 mt di lunghezza, passo 2.625 mm, carreggiata 1.830 mm, altezza con l’antenna 1.528 mm. Sono le misure dei SUV al momento più diffusi sul mercato e che Opel intende rendere ancora più interessanti per il grande pubblico con una forte carica sportiva che si esprime nella linea quasi da coupé e, in particolare, con la volontà di democratizzare al massimo le conquiste della tecnica. 

Costruita su un’architettura leggera la GT X Experimental, ha un’impronta ridotta e monta cerchi da 17” che aumentano il comfort su strada ed enfatizzano l’aspetto generale. Ogni funzione e ogni elemento è stato analizzato con l’obiettivo di raggiungere la massima purezza stilistica eliminando tutti gli elementi superflui. La sua silhouette è netta, accentuata dalla separazione grafica tra le zone. La sezione inferiore è dipinta in un luminoso grigio chiaro mentre tutta la parte superiore compreso cofano, finestrini e tetto sono color blu notte, quasi nero. Tra queste due zone si trova un grintoso elemento giallo tipico di Opel che scorre lungo l’intero perimetro della vettura conferendole struttura e dinamicità. Questo schema cromatico reinterpreta i tradizionali colori Opel (grigio/nero/giallo) rinnovandoli per creare una sensazione di freschezza e modernità.   La GT X Experimental accoglie i passeggeri con ingressi spaziosi e senza ostacoli grazie alle portiere posteriori incernierate sul retro; tutte le quattro portiere si aprono a 90 gradi per dare alla concept la massima accessibilità. Il parabrezza/tetto panoramico è particolarmente slanciato e si estende fino ai sedili posteriori, evidenziando il senso di spaziosità, leggerezza e apertura di questo SUV.  Priva di elementi tradizionali come le maniglie delle portiere e gli specchietti retrovisori esterni sostituiti da piccole telecamere a scomparsa inserite nella linea grafica gialla di definizione dei lati del cofano, che sostituiscono gli specchietti retrovisori. La caratteristica principale dello spazioso abitacolo è il cruscotto racchiuso in un modulo che ricorda il Vizor Opel, ossia il “Pure Panel” Opel ovvero un solo schermo particolarmente largo che permette l’accesso alle ultime tecnologie e mette a disposizione tutte le informazioni necessarie al pilota eliminando qualsiasi elemento visivo che potrebbe causare distrazioni.    Per quanto riguarda l’alimentazione elettrica la GT X Experimental propone infine una soluzione con una compatta batteria agli ioni di litio di ultima generazione da 50 kWh di potenza e ricarica induttiva.  Quanto alla guida senza pilota Opel proporrà una soluzione con funzioni di guida autonoma a Livello 3 con il pilota sempre in grado di gestire tutti gli aspetti della guida e reagire ad ogni richiesta di intervento.  
Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Hyundai SUV: una gamma ricca e ben articolata
Secondo noi

Hyundai SUV: una gamma ricca e ben articolata

18 set 2018 Roberto Tagliabue

Hyundai rinnova i suoi SUV offrendo al mercato italiano una gamma tra le più ricche e articolate. Dall’ammiraglia Santa Fe, in Italia già dal 2001, alla media Tucson...

Continua
Fiat 500 X una leadership da difendere
Secondo noi

Fiat 500 X una leadership da difendere

10 set 2018 Paolo Pirovano

Si rinnova in modo significativo la famiglia della 500 X nell’ottica di tenere vivo e rafforzare il successo di questo particolare crossover leader in Italia e in Europa...

Continua