Nuova Kia Ceed, tutta rinnovata e con la garanzia a 150.000 km

19 feb 2018 Paolo Pirovano
Nuova Kia Ceed, tutta rinnovata e con la garanzia a 150.000 km

Sin dalla prima apparizione nel 2006, la Cee’d ha sempre avuto un compito molto importante all’interno di Kia. È stata infatti la prima vettura della casa coreana ad essere prodotta in Europa, pensata per i clienti continentali e ha portato al debutto la garanzia di 7 anni o 100.000 km. Con l’arrivo della terza generazione, la berlina cinque porte di segmento C mantiene gli stessi concetti e come i due modelli che l’hanno preceduta è stata sviluppata, disegnata (presso il centro stile di Francoforte) e sarà costruita in Europa nella fabbrica di Zilina in Slovacchia.

La prima novità è nel nome e scompare l’apostrofo che era presente tra la seconda E e la D e di unisce portando anche il nuovo acronimo “Community of Europe, with European Design”. Per una volta partiamo dalla garanzia perché ci troviamo di fronte ad un cambiamento importante e che porterà a qualche riflessione gli altri costruttori. Questa passa da 100.000 a 150.000 km fermo restando i sette anni di durata, ma con un chilometraggio libero per i primi tre anni di vita della vettura.  Un vero e proprio atto di fede sulla qualità dei propri prodotti.

L’unica cosa che non cambia sulla nuova Ceed è la lunghezza che rimane di 4,31 mt ed il passo a quota 2,65. Grazie alla riduzione della lunghezza del cofano guadagna spazio migliorando tutte le quote di abitabilità, abbassandosi contemporaneamente di 2,3 cm (1,44 mt)  e si allargandosi di 2 cm arrivando a 1,80 mt. Le differenze più evidenti sono nel design con una scelta verso la sportività resa evidente soprattutto nel frontale dove riprende alcuni degli elementi stilistici presentati dalla coupé 4 porte Stinger. Si nota soprattutto nella calandra con il tiger nose e nelle prese d’aria al di sotto con lo spazio per i fari di profondità, mentre i gruppi ottici risalgono sul passaruota allungandosi. Più semplice la fiancata senza troppi spigoli ben integrata con il montante anteriore inclinato. Il portellone si apre su bagagliaio di 395 litri con i fari a sviluppo orizzontale.

Numerose le novità anche sotto la carrozzeria a partire dal pianale K2 per la prima volta utilizzato su una Kia, ma già presente all’interno del gruppo Hyundai come ad esempio sulla I30. Per quanto riguarda i motori da rilevare il debutto del 1.400 cc turbo benzina T-GDI (turbocharged gasoline direct injection) da 140 CV che sostituisce il 1.600; a questo si affianca il tre cilindri  turbo 1.000 da 120 CV ed il 1.400 aspirato da 100 CV. Passando ai diesel c’è il nuovo 1.600 CRDi in due livelli di potenza 115 e 136 CV con 280 Nm di coppia e catalizzatore con SCR.

Questa soluzione permette  di rispettare le normative Euro 6d TEMP e di arrivare a 110 gr/km di emissioni di CO2 nei test WLTP (Worldwide Harmonised Light Vehicle) di prossima attuazione e che sostituiranno il protocollo NEDC. Tutti i propulsori possono essere accoppiati ad un cambio manuale a sei rapporti o ad un doppia frizione a 7. Altro aspetto particolarmente sviluppato è quello della sicurezza e la Ceed mette a disposizione i sistemi di assistenza alla guida ADAS di livello 2 come il mantenimento di corsia con intervento attivo sullo sterzo, previsto di serie. Sempre nelle dotazioni di partenza troviamo High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist e Forward Collision Warning con Forward Collision Avoidance Assist.

Naturalmente anche gli interni hanno subito una radicale trasformazione che gira intorno al sistema di infotainment con lo schermo “floating” touchscreen con misure da 5, 7 o 8 pollici che include anche il navigatore  e, nel case degli allestimenti più elevati lo stereo studiato in collaborazione con JBL. Il cruscotto è digitale e il volante di taglio sportivo ha diversi comandi sulle razze.

La 5 porte apre la strada ad una famiglia di vetture e al Salone di Ginevra verrà presentata la versione Station Wagon mentre gli sviluppi prevedono altri allargamenti nel segmento dei SUV/Crossover, ma non verrà prodotta la tre porte, ormai una rarità in questa categoria. Non mancheranno gli allestimenti più sportivi GT e Gt Line e motorizzazioni più potenti.

La produzione della hatchback 5 porte partirà in maggio e le prime consegne sono previste sul mercato europeo prima dell’estate ma in Italia il lancio sarà in settembre con entrambe le carrozzerie in concessionaria. Per il momento non sono stati resi noti i prezzi e gli allestimenti. La Ceed gioca un ruolo molto importante per il costruttore coreano. Il segmento C è, prima di tutto, il cuore delle vendite continentale, quello per capirci, della Volkswagen Golf, della Peugeot 308 e della Opel Astra e lo scorso anno questo modello ha rappresentato una quota del 16% del totale delle consegne Kia.  Le precedenti generazioni hanno totalizzato 1,28 milioni di unità con il model year del 2006 e 624.000 nella seconda serie. Inoltre si inserisce nell’ambito di un grande piano di rinnovamento della gamma che negli ultimi 12 mesi ha visto svelare la Rio, la Stinger, la Stonic oltre alle alimentazioni ibride plug-in su Optima e Niro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Ford Focus Tech Session
Tecnica/Tecnologia

Ford Focus Tech Session

21 set 2018 Paolo Pirovano

Mancava solo un aspetto per completare il test drive della nuova generazione della Ford Focus, il passaggio dalla teoria alla pratica per verificare, oltre alle doti...

Continua
Ferrari Markets Day
Economia

Ferrari Markets Day

20 set 2018 Marcello Pirovano

In contemporanea alla presentazione della nuova barchetta SP1 e SP2 c’è stata la prima uscita ufficiale di Louis Carey Camilleri nel nuovo incarico di A.D. di Maranello,...

Continua
Ford Transit, elettrificato e connesso
Veicoli Commerciali

Ford Transit, elettrificato e connesso

19 set 2018 motorpad.it

Quando si dicono i casi della vita: “transit” scritto al minuscolo era (ed è) la terza persona del singolare presente del verbo latino transeo, comunemente finito, nel...

Continua