MERCATO EUROPEO Luglio-Agosto 2013

17 set 2013 motorpad.it
MERCATO EUROPEO Luglio-Agosto 2013

I dati di immatricolazione nell’Europa dei 27 Paesi + i 3 dell’Efta chiudono i primi 8 mesi dell’anno in calo del 5,2% con 8.144.714 autovetture vendute, rispetto alle 8.591.148 dello scorso anno. La crescita del 4,9% di Luglio viene annullata da una eguale perdita in Agosto. Questo cumulato nei 27 paesi da gennaio rappresenta il livello più basso mai raggiunto dal 1990 (anno di inizio della serie storica).

Germania

Nell’analisi relativa ai principali mercati risulta che dalla Germania arrivano segnali di stabilità con un mese di luglio a +2,1% e 253.146 unità e il mese di agosto con circa 214.044 immatricolazioni e un calo del 5,5%. Da gennaio le vendite sono state 1.969.820 - 6,6% rispetto al 2012, dato che dovrebbe migliorare negli ultimi mesi dell’anno in attesa delle elezioni che dovrebbero confermare la stabilità politica del paese portando la previsione di chiusura del 2013 a 2.960.000 vetture immatricolate (-4%).

Gran Bretagna 

Grazie alle 162.228 (+12,7%) immatricolazioni di luglio e alle 65.937 (+10,9%) di agosto, la Gran Bretagna raggiunge la diciottesima crescita mensile consecutiva. Di conseguenza i primi 8 mesi 2013 consuntivano 1.391.788 unità, + 10,4% sul 2012.

Sia in luglio che in agosto la crescita proviene da tutti i canali di vendita, privati, noleggio e imprese, supportate dagli elevati profitti aziendali che stanno aumentando la fiducia. Per il 2013, si prevede un mercato di 2.216 milioni di immatricolazioni, in aumento dell’8% sul 2012.

Francia 

In Francia permangono grosse difficoltà.  In luglio di è registrata una sostanziale stabilità rispetto all’anno precedente (+0,9% e 150.218 immatricolazioni), grazie ad un giorno lavorativo in più ed al lancio di nuovi importanti modelli di volume, ma agosto ha chiuso con un  calo del 10,5% a 85.953 auto. Nel cumulato degli 8 mesi le vendite perdono il 9,8% a 1.167.647 unità. Continua il clima di sfiducia dei consumatori, penalizzato dalle forti difficoltà del mercato del lavoro.  La previsione di chiusura stima un mercato a 1.770.000 immatricolazioni, in calo del 6,9%, ben al di sotto della media di 2 milioni di unità dei livelli pre-crisi e non si intravede la ripresa prima del 2017.

Spagna 

Risultati altalenanti nei mesi estivi per il mercato spagnolo con luglio che ha segnato una crescita del 14,8% e 75.027 immatricolazioni e  agosto che, con 39.872 auto vendute, ha perso il 18,3%.

Nei primi 8 mesi, infatti, le 501.257 immatricolazioni indicano un calo del 3,6%. Ma il 2013, secondo gli operatori, dovrebbe così chiudersi con circa 700.000 immatricolazioni in linea con i risultati dello scorso anno. In assenza del sostegno governativo si sarebbe registrato un calo del 10%.

Torna indietro
Tags

Potrebbe interessarti anche:

Fiat 500 Spiaggina '58, voglia d'estate
VideoClip

Fiat 500 Spiaggina '58, voglia d'estate

21 lug 2018 Silvia Pirovano

Siamo in piena estate e torna la voglia di auto scoperte e l’ultima novità di Fiat ha come protagonista la 500 Cabrio creata per festeggiare due compleanni che la casa...

Continua
Elena Fumagalli, Citroen C3 Aircross
Intervista a

Elena Fumagalli, Citroen C3 Aircross

21 lug 2018 Paolo Pirovano

Il mondo dei SUV è in continuo sviluppo e un grande marchio come Citroen non rimane fuori da questo importante mercato. L’ultimo modello presentato è la C3 Aircross...

Continua
Mercedes Night Edition
In breve

Mercedes Night Edition

20 lug 2018 Paolo Pirovano

Le serie speciali per Mercedes sono un importante elemento per valorizzare ulteriormente i modelli e per incontrare le richieste dei clienti. Su queste basi è nata nel 2015...

Continua
Vincenzo Picardi, Honda Civic Diesel
Intervista a

Vincenzo Picardi, Honda Civic Diesel

20 lug 2018 Paolo Pirovano

Intervista è dedicata a Honda che nell’ultimo anno ha presentato la Civic, la world Car della casa giapponese arrivata alla decima generazione, che si aggiorna con una...

Continua
Dieselgate: Nissan pesantemente coinvolta
Fari Puntati

Dieselgate: Nissan pesantemente coinvolta

18 lug 2018 motorpad.it

Non finiscono di fare danni, all’industria mondiale dell’auto, al motore a gasolio e, ovviamente, alle marche interessate, le manovre messe in atto da alcuni costruttori...

Continua