Mazda Mx-5 Yamamoto Signature

18 mag 2018 Marcello Pirovano
Mazda Mx-5 Yamamoto Signature

L’anno venturo sono 30 anni da quando la MX-5 (Miata o Eunos o Roadster a seconda dei mercati) gira per il mondo in più di un milione di esemplari. Tiene altissima l’immagine della Mazda e si presenta, nelle evoluzioni che si sono succedute, sempre straordinariamente fedele alla filosofia di prodotto originale del grande Tom Matano che l’ha disegnata e pur sempre al passo dei tempi e degli sviluppi tecnici.  

Da un paio di decenni ne segue la vita, un altro storico personaggio della casa di Hiroshima, l’ingegnere Nobuhiro Yamamoto che di questa spider si è letteralmente innamorato tanto da usarla come auto personale e da occuparsi direttamente di lei nelle ultime tre generazioni. Non solo. Alla seconda MX-5 della serie speciale “The Top Limited Editions” ha dato il suo nome, ovvero ha dato vita alla MX-5  “Yamamoto Signature” ed è venuto anche in Italia a presentarla. È successo in Umbria, a Piedicolle, vicino a Perugia, dove Andrea Mancini appassionato collezionista della marca, ha raccolto 39 esemplari del modello in una country house che merita assolutamente il nome di Miataland.

In tale qualificata compagnia la Yamamoto Signature si è presentata, paradossalmente, con il 25% della disponibilità totale per Mazda Italia in quanto, per sottolinearne l’esclusività, sarà venduta in soli 4 esemplari al prezzo di 37.500 euro ordinabili on-line al sito www.mazda.it. Nella sua elaborazione la Yamamoto Signature parte dalla versione 1,5L Exceed da 131 CV con cambio manuale a 6 marce e ruote da 16” e, per cominciare vivacizza la livrea nera Jet Black con dettagli aerodinamici in rosso. Una scelta voluta da Yamamoto, perché l’essenza della MX-5 è rappresentata dalla leggerezza (975 kg il peso complessivo della vettura con il cofano in alluminio), dalla maneggevolezza (la precisione di guida in curva)  e dalla reattività (la prontezza di risposta al pilota) che sono gli aspetti essenziali della guida e definiscono l’insieme delle esperienze sensoriali che la KAN sensation trasmette al pilota.

Il rosso si ritrova su una componente importante della dotazione come la barra duomi anteriore che aumenta la rigidezza del telaio con tutti i benefici che questo apporta alla dinamica ed alla sicurezza nella guida sportiva. Confort e piacere al tatto e per gli occhi nell’allestimenti interno dove l’esperta manualità di maestri artigiani ha realizzato rivestimenti in pelle e alcantara grigia con resistenti inserti di camoscio rosso a protezione delle parti più soggette ad usura. L’esclusività è infine sottolineata dalla firma di nobuhiroyamamoto cucita a rilievo sulla plancia.

Il livello di personalizzazione si esalta ulteriormente con un kit che viene consegnato in una elegante cassa di legno brandizzata e comprende: l’impianto frenante anteriore Brembo con dischi di  280mm e pinze a 4 pistoncini verniciate in rosso e posteriore Nissin sempre con pinze da 280 mm verniciate in rosso;  l’assetto completo regolabile Öhlins Road & Track comprensivo di molle e ammortizzatori per migliorare la qualità di risposta delle sospensioni ad altezza regolabile; i cerchi in lega ENKEI RPF1 in nero lucido con finitura rossa da 16’’ molto leggeri per ridurre il peso delle masse sospese e migliorare la reattività in frenata ed accelerazione completi di pneumatici semislick stradali Toyo.

Il tocco di identificazione comprende infine una targhetta identificativa esterna, rivettata sulla carrozzeria all’altezza dello specchietto retrovisore sinistro che richiama le serie speciali degli anni ‘90 e riporta, il numero dell’esemplare e l’ideogramma KAN sensation. Al ritiro della vettura chi riuscirà ad entrare in possesso di una MX-5 tanto esclusiva riceverà anche un cofanetto con le due chiavi di tipo smart key, il certificato di serie limitata e un manometro di precisione per la regolazione della pressione degli pneumatici.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Mazda2 Model Year 2018
In breve

Mazda2 Model Year 2018

09 lug 2018 motorpad.it

Motori ad alta efficienza con omologazione Euro 6d TEMP, i limiti di emissioni che andranno in vigore da settembre 2019, sono la principale novità della terza generazione di...

Continua
 Toyota vince la 24 Ore di Le Mans.
Sport

Toyota vince la 24 Ore di Le Mans.

18 giu 2018 motorpad.it

Chi la dura la vince. I proverbi non ammettono dubbi, nemmeno nelle grandi competizioni automobilistiche e, dopo 20 anni di tentativi falliti, ecco finalmente la vittoria che...

Continua