Opel Insignia e Crossland X

20 mar 2017 motorpad.it
Opel Insignia e Crossland X

Per Opel si apre al meglio l’era del passaggio nell’orbita Opel. La casa tedesca porta infatti, tra l’altro, due nuovi importanti modelli. Il primo riguarda la Insignia che utilizza una piattaforma inedita e che si propone sia come berlina Grand Sport a quattro porte  particolarmente avvincente nella sua filante carica sportiva, sia come Station Wagon Sports Tourer.

Importante il guadagno di abitabilità nella parte posteriore dove gli occupanti godono di grande confort e il bagagliaio può salire fino a 1.640 dmc. I tecnici parlano anche di un notevole miglioramento del telaio e delle sospensioni finalizzati alla dinamica di guida in tutti i propulsori disponibili. Quelli a benzina sono un 1.500 cc Turbo da 140 e 165 CV e 2.000 cc turbo da 260 CV con trasmissione automatica a 0 rapporti e trazione integrale. I diesel sono un 1.600 cc da 110 e 136 CV e 2.000 cc da 170 CV. Il pilota può anche intervenire su sterzo, acceleratore e ammortizzatori in apporto alla modalità di marcia prescelta. Molto elevato il livello di qualità percepita e reale e da vera vettura Premium la dotazione delle più avanzate tecnologie utili nell’area della sicurezza, assistenza alla guida e interconnessione.    

La seconda novità è la Crossland X l’urban crossover destinato a sostituire la Meriva che nasce sulla piattaforma sviluppata proprio insieme a PSA per la 2008. Lunga 4,21 mt per 1,76 di larghezza e 1,59 di altezza punta molto sull’aerodinamica e sul confort interno dove, ad esempio, si trovano sedili realizzati con l’apporto di specialisti della postura. Muovendosi anche longitudinalmente quelli posteriori generano anche un bagagliaio da 520 dmc utili con cinque persone a bordo. Da vettura premium la dotazione di tecnologie utili per la sicurezza, l’interconnessione e l’assistenza alla guida, sistemi ai quali si possono aggiungere molti elementi di personalizzazione. Non manca la funzione OnStar. La carrozzeria, con protezioni laterali, sui passaruota e sotto il paraurti posteriore, può anche essere bicolore.

Torna indietro
Tags

Potrebbe interessarti anche:

Marco Freschi, Groupe PSA
Intervista a

Marco Freschi, Groupe PSA

31 ago 2018 Paolo Pirovano

La puntata di oggi ha come tema la sicurezza, dove si stanno concentrando importanti investimenti da parte delle case automobilistiche.  Lo vedremo attraverso l’impegno...

Continua
Opel-PSA, l’unione fa la forza
Economia

Opel-PSA, l’unione fa la forza

04 ago 2018 motorpad.it

La comunicazione è ufficiale e viene, significativamente da Opel: dopo un anno all’interno del Gruppo PSA Opel/Vauxhall registrano una forte ripresa. Lo confermano le...

Continua