Toyoda Gosei crea l’auto in gomma che protegge i pedoni

16 ott 2017 motorpad.it
Toyoda Gosei crea l’auto in gomma che protegge i pedoni

La protezione per il pedone coinvolto in un incidente d’auto è sempre al centro delle preoccupazioni di ogni costruttore e un importante passo avanti è stato ora sviluppato da Toyota con la concept Toyoda Gosei, l’azienda di componentistica che prende il nome del fondatore del Gruppo dei tre ellissi.

Al Salone di Tokyo sarà presentato il Flesby II, concept compatto sviluppato come veicolo da traino una sorta di vero e proprio auto-cuscino con un corpo in morbido materiale di gomma che si comporta in pratica come un vero e proprio airbag esterno composto da più strati, capace di deformarsi in caso di urto e quindi di assorbire la pericolosa energia di un impatto. é l'evoluzione del modello mostrato due anni fa sempre alla rassegna giapponese.

Le superfici traslucide e LED cambiano anche in meglio il modo di comunicare con l’esterno e aumentano ulteriormente il livello di sicurezza. Opportuni comandi elettrici permettono anche di modificare la forma del veicolo.
All’interno il Flesby II Concept assume la forma altamente protettiva di un uovo a sua volta realizzato utilizzando materiali morbidi e illuminato a Led per creare un ambiente rilassante e molto confortevole.

Una trasposizione pratica di questi concetti per un’auto di serie è prevista per il 2030.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

LC3 Forum, i vantaggi del metano liquido
Tecnica/Tecnologia

LC3 Forum, i vantaggi del metano liquido

19 ott 2018 Marcello Pirovano

Alcuni giorni fa a Milano si è tenuto un convegno sulla sostenibilità futura del trasporto pesante su gomma, fattore di inquinamento non secondario data la quantità di...

Continua
Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%
Economia

Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%

17 ott 2018 motorpad.it

Se guardiamo i dati delle vendite auto in Europa a settembre, limitandoci solo ai numeri, è normale che nasca qualche preoccupazione. Infatti il mese segna un dato in...

Continua