La nuova Subaru Impreza cambia filosofia, dimentica i rally e cerca la famiglia

16 nov 2017 Marcello Pirovano
La nuova Subaru Impreza cambia filosofia, dimentica i rally e cerca la famiglia

Ricordate la mitica Impreza nella livrea d’ordinanza blu, le ruote dorate e il vistoso spoiler posteriore? Ha vinto decine di rally in tutte le parti del mondo, più tre mondiali piloti e due costruttori. Ebbene, dimenticatela. Nella nuova edizione - la quinta, ma solo tre transitate anche in Italia - non ha più una replica stradale a sua immagine e somiglianza con la quale cercare di tenere vivo il ricordo di tanta gloria sportiva, ma ha letteralmente appeso il casco al chiodo e si è dedicata interamente alla famiglia cercando - con ottime probabilità di trovarli - nuovi successi commerciali.

La trasformazione parte dalla carrozzeria curata nell’aerodinamica che si rifà a quello di una capace 5 porte che accorda molto spazio agli occupanti ed al bagagliaio che può dilatarsi fino a 1.560  dmc utili). Più ancora, però, cambia la filosofia del modello partendo dal principio enunciato dal presidente di Subaru Italia Takasahi Yamada (nel suo italiano ottimamente appreso) “…la sicurezza alla base di ogni futuro progetto Subaru”.

E’ lunga 4,46 mt. Al centro dunque dell’importante segmento C del mercato e nasce su una nuova piattaforma modulare pronta ad accogliere anche le prossime versioni ibride ed elettriche e tutta la futura produzione delle Pleiadi. Il primo vantaggio è rigidità torsionale aumentata del 70% e  quella flessionale de l90%, più un buon alleggerimento che dà sicuramente i suoi frutti specie in rapporto ad una potenza disponibile di 114 CV che sono quelli messi a terra dal classico motore boxer di 1.600 cc rinnovato nell’80% dei componenti; 150 i Nm della coppia. Da questo punto di vista ci si aspettava forse qualche CV in più, che certamente il pianale e l’evoluta sospensioni avrebbero meritato, a fronte di un peso attorno a 1.300 kg, ma ci ha pensato la prova su strada a creare piacevoli sorprese per le prestazioni generali che se ne ricava. Sono comunque 180 km/h di velocità massima e un accettabile 12,4” da 0 a 100 km/h. Si dichiarano consumi medi  tra 6,2 e 8 l/100 km e i “maltrattamenti” sulle strade della Brianza li hanno praticamente confermati. Ottimo lo sterzo ad assistenza elettrica, pronto e sincero. Piacevole e privo di slittamenti il cambio automatico Lineartronic alleggerito e da non dimenticare quale supplemento di sicurezza e motricità, la presenza della trazione integrale Symmetrical AWD con ripartizione attiva della coppia; altrimenti che Subaru sarebbe?

La dotazione di tecnologie di interconnessione e di sicurezza attiva, passiva e preventiva e per l’assistenza alla guida (con altri passi di avvicinamento anche alla guida autonoma) con il sistema EyeSigth è sicuramente - nei tre livelli di allestimento previsti - da sconfinamento nella parte alta dei modelli Premium di segmento superiore. È supportata da tale una serie di sistemi di informazione, controllo, avviso di entrata in funzione e visualizzazione, da aver suggerito la possibilità di escluderne più di uno, altro non fosse per non rischiare di essere distratti da una insistente serie di richiami visivi e sonori.

Se i dettagli sono indice della qualità di certe attenzioni c’è perfino un avviso che, in caso di sosta ad un semaforo o per un incolonnamento, informa che il veicolo che precede si è mosso e invita a muoverci a nostra volta; si evitano così quegli irritanti e maleducati strombazzamenti di chi sta dietro e che considera un’offesa perdere un secondo del suo preziosissimo tempo. Una cosa mai vista prima, almeno per quanto ci riguarda.

La nuova Impreza parte quindi obiettivamente con concreti motivi di convincimento ai quali si aggiunge un prezzo “entry level” molto aggressivo: 19.990 euro. È quello dell’allestimento di base Pure che non si priva di nessuna delle dotazioni principali; seguono la Style a 24.490 euro e la Style Navi a 26.490 euro. A ulteriore vantaggio economico la nuova Impreza è coperta da una garanzia estesa a 5 anni con chilometraggio illimitato. 

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%
Economia

Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%

17 ott 2018 motorpad.it

Se guardiamo i dati delle vendite auto in Europa a settembre, limitandoci solo ai numeri, è normale che nasca qualche preoccupazione. Infatti il mese segna un dato in...

Continua