Nuova Jeep Wrangler, l’icona si aggiorna

16 lug 2018 Mariano Da Ronch
Nuova Jeep Wrangler, l’icona si aggiorna

Parafrasando un celebre film, si potrebbe dire che tutto cambia perché nulla cambi. La celebre icona del fuoristrada made in USA non cede alle lusinghe moderniste quanto a design e anima, ma si presenta profondamente rinnovata sottopelle e non solo, mantenendo intatto il suo fascino inossidabile grazie a un design ancora più contemporaneo, pur sempre fedele all'originale come le famose sette feritoie della mascherina anteriore. È questa l’unicità della nuova Wrangler con cui il marchio Jeep punta a scrivere una nuova pagina della sua storia nata nel 1941.

La nuova Wrangler si dimostra in ogni caso sempre abile nella guida off-road, grazie a una dotazione che, a seconda degli allestimenti, prevede due sistemi di trazione - Command-Trac and Rock-Trac - bloccaggi elettrici dei differenziali Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok e barra stabilizzatrice anteriore a scollegamento elettronico.

Dai terreni più impervi alle più esclusive vie urbane: il nuovo modello abbina nuovi raffinati sistemi di propulsione, maggiori opzioni per la guida open-air, contenuti tecnologici che rappresentano lo stato dell'arte nei campi della sicurezza e della connettività. Tre i livelli di allestimento: Sport, Sahara e Rubicon, quest’ultimo il più estremo per la guida off-road, e disponibili nella configurazione a tre e a cinque porte, cui si aggiunge l’inedito pacchetto Overland, riservato alla versione Sahara che conferisce un look esclusivo all’icona Jeep e che comprende cerchi da 18 pollici, griglia in tinta carrozzeria con finiture lucide,  cornici dei fari Bright, copri ruota di scorta rigido in tinta carrozzeria, logo Overland e interni in pelle.

La nuova Wrangler presenta la tecnologia "shift on the fly" che consente di passare dalla modalità di marcia a due ruote motrici (2WD) a quella a quattro ruote motrici (4WD High) ad una velocità fino a 72 km/h. In condizioni di guida normali, il sistema Command-Trac prevede la marcia a due ruote motrici (2WD) e la trasmissione del 100% della coppia all’asse posteriore. In posizione 4WD High si passa alla modalità a quattro ruote motrici, ideale su fondi a scarsa aderenza. Per affrontare in sicurezza i percorsi off-road più difficili, è disponibile la modalità 4WD Low che prevede l’inserimento delle marce ridotte per aumentare ulteriormente la coppia motrice sulle ruote. Inoltre, il differenziale posteriore a slittamento limitato Trac-Lok, disponibile su richiesta, fornisce maggiore trazione e coppia in condizioni di scarsa aderenza - come su sabbia, ghia, neve o ghiaccio.

La versione Rubicon è equipaggiata con il riduttore off-road Rock-Trac inseribile “shift-on-the-fly” a due velocità ed assali anteriore e posteriore Dana 44 heavy-duty next-generation, con bloccaggi elettrici dei differenziali anteriori e posteriori Tru-Lok per la guida in fuoristrada più estremo e Active Sway Bar System, il sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice.

Tornando al design, gli elementi distintivi non mancano: dai fari circolari alla griglia a sette feritoie, dai passaruota trapezoidali alle cerniere a vista, dal parabrezza ripiegabile alla sport bar, dalle portiere rimovibili alla configurazione a tetto apribile con hard top o soft top. Negli allestimenti Sahara e Rubicon, i fari e i fendinebbia a LED rendono inconfondibile il look frontale della nuova Wrangler, mentre il parabrezza presenta un nuovo disegno con quattro bulloni posti nella parte superiore del telaio, che consentono di ripiegarlo in modo semplice e veloce. Le nuove porte in alluminio riportano, impressa sul cardine, la dimensione della chiave a punta Torx necessaria per le operazioni di smontaggio; il nuovo tetto ad apertura elettrica Sky One-Touch consente il ripiegamento completo della copertura in tessuto del tetto. In alternativa, c’è sempre l’hard top modulare Freedom Top che è di facile utilizzo grazie alla sua struttura a tre pannelli che semplificano le operazioni di smontaggio e montaggio.

All’interno, contraddistinto dalla consueta ed apprezzata funzionalità, si segnala il quadro strumenti con display a LED TFT da 3,5" o 7". Quest’ultimo, di serie sulle versioni Sahara e Rubicon, è di tipo full-color e può essere configurato in oltre 100 modi diversi, con connettività Android Auto Car Play e Uconnect. Al di sotto del touchscreen sono alloggiati i comandi del climatizzatore e del volume, oltre alle prese di connettività multimediali: due porte USB sull'anteriore e due a disposizione degli occupanti del sedile posteriore. Prese accessorie da 12 Volt di serie sono dislocate uniformemente sulla nuova Wrangler, mentre una presa da 230 Volt è disponibile a richiesta.

Per quanto riguarda le motorizzazioni della nuova Wrangler, due importanti novità: un turbo diesel da 2.2 litri e un turbo benzina da 2.0 litri. Entrambi sono equipaggiate con il cambio automatico a otto marce, novità assoluta per la gamma Wrangler. Il nuovo turbo diesel da 2.2 litri con tecnologia Multijet di seconda generazione a quattro valvole per cilindro e doppio albero a camme in testa (DOHC) azionato a cinghia, è dotato di sistema d'iniezione Common Rail da 2,000 bar, iniettori a solenoide e turbocompressore a geometria variabile (VGT). Eroga una potenza massima di 200 CV a 3.500 giri/minuto e una coppia di 450 Nm a 2.000 giri/minuto ed è dotato del sistema Stop-Start (ESS), con omologazione Euro 6/D. Molto interessante anche il nuovo turbo benzina a 4 cilindri in linea da 2.0 litri: eroga 272 CV di potenza a 5.250  giri/min e 400 Nm di coppia massima a 3.000  giri/min ed è disponibile con sistema Stop-Start (ESS). 

La nuova Jeep Wrangler arriverà negli showroom Jeep italiani a settembre, con prezzi a partire da circa 50.000 euro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche: