Tarraco: un passo in più per SEAT

05 dic 2018 Mariano Da Ronch
Tarraco: un passo in più per SEAT

E lo è davvero, a cominciare dal nome: citare la città di Tarragona, ma in latino, la dice lunga sulle ambizioni che la Casa spagnola nutre per questo modello. Disegnata e sviluppata a Martorell, ma prodotta a Wolfsburg, in Germania, la nuova Tarraco arriva, come una ciliegina sulla torta, per completare l’offensiva del marchio nel segmento dei SUV, dove già militano le sorelle minori Arona e Ateca, con un look deciso, più elegante e più imponente. Come dicevamo, Il nuovo SUV di SEAT deve il suo nome alla città mediterranea di Tarragona, centro storico e culturale caratterizzato da una maestosa architettura e, al contempo, da uno spirito giovanile e avventuroso. Il nome Tarraco è stato scelto con una votazione popolare da oltre 146.000 appassionati che hanno partecipato alla fase finale del progetto #SEATSeekingName.

Dal punto di vista stilistico, nonostante SEAT Tarraco vanti dimensioni importanti (4.735 mm di lunghezza e 1.658 mm di altezza) che permettono di avere un abitacolo estremamente spazioso e proporzioni esterne imponenti, la percezione globale è di leggerezza e agilità, oltre che di un’auto spaziosa e ben piantata a terra. Le linee del frontale accennano il nuovo linguaggio stilistico del marchio, con una griglia importante che conferisce presenza e carattere alla vettura, ma che abbandona il family feeling precedente e per certi versi ricorda qualche scelta stilistica già vista sulla concorrenza. I fari Full LED, ora in posizione più interna nella carrozzeria, conferiscono al Tarraco una spiccata personalità, pur restando fedeli alla firma ottica della SEAT, caratterizzata dalla forma triangolare. E proprio l’illuminazione è un aspetto importante del nuovo SUV, che offre di serie tecnologia a LED per luci esterne e interne in entrambi gli allestimenti disponibili (Style ed XCellence). All’interno, non manca il sistema di infotainment e il SEAT Virtual Cockpit, con uno schermo da 10,25” (26 cm) e con il display infotainment centrale da 8” (20,3 cm), completo di integrazione delle tecnologie Android Auto e Apple CarPlay. Inoltre, sulla Tarraco è disponibile ora Amazon Alexa che consente ai clienti di ottimizzare il tempo passato alla guida, sia che si tratti di gestire la propria agenda, riprodurre brani musicali, navigare fino alle destinazioni desiderate, fino a richiedere notizie personalizzate o trovare la Concessionaria SEAT più vicina.

Tarraco è anche la prima SEAT a essere dotata di gesture control (in abbinamento al sistema Navigation Plus da 8”), che consente al conducente di interagire con il display senza bisogno di toccarlo, bensì con un semplice movimento della mano. Il design dell’abitacolo è completato poi da finiture di alto livello, con una scelta di sedili in tessuto, Alcantara®, oppure, a richiesta, in pelle nera e un elegante rivestimento sportivo del tetto di colore nero. Non a caso, poi, a proposito di flessibilità e dei modi per soddisfarla, la SEAT Tarraco sarà da subito proposta a 5 o 7 posti, con due avanzati motori benzina (ma solo uno per il mercato italiano, un quattro cilindri 1.5 TSI in grado di erogare 150 CV in combinazione con un cambio manuale a sei rapporti con trazione anteriore) e due sofisticati propulsori Diesel, entrambi 2.0 TDI, con una potenza rispettivamente di 150 CV e 190 CV, che le consentono di rispettare le più severe normative sulle emissioni, offrendo allo stesso tempo al cliente le migliori prestazioni possibili. La versione da 150 CV può essere abbinata sia a una trazione anteriore con cambio manuale a sei rapporti, sia a un cambio DSG con doppia frizione a sette rapporti con trazione integrale 4Drive, mentre la versione da 190 CV è abbinata a un cambio DSG con doppia frizione a sette rapporti con trazione integrale 4Drive, ai quali si aggiungerà, entro il 2020, una versione ibrida plug-in.

“SEAT è nel pieno della più grande offensiva di prodotto della sua storia recente. La presentazione della SEAT Tarraco, il nostro primo grande SUV, rientra nel piano di investimenti di 3,3 miliardi di Euro stanziato tra il 2015 e il 2019 e destinati al futuro dell’azienda e della nostra gamma modelli” ha condiviso Luca de Meo, Presidente SEAT. “La Tarraco non solo ha completato la nostra famiglia di SUV, ma ha portato nuovo slancio al segmento a cui appartiene e ci consentirà di raggiungere nuovi clienti”.

La nuova SEAT Tarraco arriverà sul nostro mercato con un prezzo a partire da € 29.975, per arrivare a € 42.975 per la versione top di gamma 4x4 e con il propulsore 2.0 TDI.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Gabriele Tarquini vince il Mondiale WTCR
Sport

Gabriele Tarquini vince il Mondiale WTCR

20 nov 2018 Paolo Pirovano

Sul circuito di Macao Gabriele Tarquini si è laureato Campione Mondiale WTCR (World Touring Car Cup) della prima edizione del Mondiale per vetture Turismo della categoria...

Continua
Nuova BMW X5: una GS a quattro ruote
Secondo noi

Nuova BMW X5: una GS a quattro ruote

19 nov 2018 Roberto Tagliabue

Dopo tre serie e ben oltre due milioni di X5 vendute in tutto il mondo, BMW cambia il carattere del primo Sport Utility bavarese prodotto negli States a partire dal 1999....

Continua
Cupra Ateca, il SUV medio diventa sportivo
Secondo noi

Cupra Ateca, il SUV medio diventa sportivo

15 nov 2018 Paolo Pirovano

All’interno del segmento dei SUV medi si sta sviluppando una nuova tendenza, quella della caratterizzazione sportiva come nel caso della Cupra Ateca. Il test drive è stato...

Continua
La Volkswagen T-Cross e Giosuè Carducci
Anteprima

La Volkswagen T-Cross e Giosuè Carducci

30 ott 2018 Marcello Pirovano

Chissà chi se la ricorda la “Canzone di Legnano” la bella poesia di Giosuè Carducci che a scuola, nonostante la lunghezza, bisognava mandare a memoria. Oltre alla...

Continua