Terza generazione per l'X3, lo Sport Activity Vehicle di BMW

13 nov 2017 Paolo Pirovano
Terza generazione per l'X3, lo Sport Activity Vehicle di BMW

La BMW X3 è comparsa per la prima volta  nel 2003 portandosi dietro la sigla SAV - Sport Activity Vehicle - quanto mai aderente alla proposta che rappresentava nello specifico settore dei SUV e allo stile di vita di chi, in concreto , poi scelse questo modello premiato da un immediato successo.

Assemblata in America a Spartanburg (South Carolina), e adesso anche in Cina e in Sudafrica è stata finora prodotta in oltre 1,5 milioni di esemplari, di cui 92.000 hanno trovato clienti in Italia. Forte di queste credenziali giunge ora alla terza generazione presentandosi con un notevole carico di novità sul piano della ristilizzazione, con interventi di particolare evidenza che riguardano il frontale reso più incisivo dal classico doppio rene a disegno tridimensionale e di dimensioni maggiori e ancora più sportivo. Altri interventi si notano sul nuovo paraurti, sui gruppi ottici a LED e cambia anche il paraurti posteriore dove si trovano gli scarichi sdoppiati; A rendere ancora più dinamica l’immagine ci pensano poi le ruote con cerchi che vanno da 18 a 21” (prima partivano da 17).

Negli allestimenti previsti per il mercato italiano - xLine, M Sport è Luxury, più Business destinata alle flotte e M Performance che compare per la prima volta, la X3 rafforza la sua immagine di robusto ed elegante veicolo dinamico e sportivo dalla grande disponibilità di spazio interno (e bagagliaio da 500 a 1.600 dmc utili) esaltando la componente “X” della sua sigla e allo stesso tempo rispondendo al meglio ad ogni esigenza e gusto della  clientela.

Donano più equilibrio all'insieme gli sbalzi anteriore e posteriore ridotti e il pur lieve allungamento di 5 cm all'ingombro totale portato a 4,71 metri per 1,89 di larghezza e 1,66 di altezza. Misure per le quali non si darebbero per assolutamente scontate l’agilità di marcia e la maneggevolezza che si riscontra, con ogni motorizzazione. La nuova piattaforma ha consentito anche di incrementare il passo di 5,4 con evidenti guadagni nella seduta posteriore e i suoi vantaggi si riflettono sulla stabilità di marcia.

Miglioramenti significativi si ritrovano anche nell’aerodinamica con un CX pari a 0,29 aiutato dallo spoiler posteriore e nel peso dove si recuperano da 50 a 90 kg. Nell’abitacolo le parentele con la Serie 5 balzano all’occhio e a disposizione del pilota si trova un cockpit da 12” con la nuova interfaccia touch screen da 10” con comandi Gesture Control.

La nuova X3 non rinuncia, così alla preziosa identità di marca ma soprattutto alla possibilità di accedere alle tecnologie avanzate già patrimonio di modelli BMW più importanti, ponendosi davvero tra i modelli meglio evoluti di tutta la produzione di Monaco.
Offre, infatti, tutti i sistemi che sono presenti sulla Serie 7 e sulla Serie 5, manca solamente il Remote Parking ma mette a bordo un sistema di guida semiautonoma con Active Cruise Control ed il Pack di sicurezza Driving Assistant Plus. Questo comprende l’assistenza di sterzo e di guida in carreggiata Lane Change Assistant e il mantenimento della corsia prevenendo la collisione laterale. A sua volta il BMW ConnectedDrive assolve ogni compito di interconnessione uomo-macchina accettando comandi a pulsante, gestuali e a viva voce, integrando le funzioni con il proprio smartphone trasferendo informazioni per preparare al meglio il tragitto da compiere.

Al lancio italiano la BMW arriva con due motori diesel: 2.000 cc da 190 CV e 3.000 cc CV a due livelli di potenza, 249 CV che evita il superbollo e 265 CV che, con tutte le differenze del caso, brillano per la linearità e la sostanza della coppia. Il solo benzina disponibile è il poderoso 3.000 cc biturbo  da 360 CV della M40. È già annunciata per il 2020 una versione 100% elettrica, scelta per la quale si intensifica l’impegno di Monaco. Viene invece esclusa l’alternativa ibrida.
Tutti i propulsori integrano la trazione integrale e sono accoppiati alla trasmissione automatica Steptronic a otto rapporti, unica possibilità e presente di serie.

Il listino parte da 49.900 e arriva fino a 71.800 Euro, con la versione di punta per il nostro mercato la X3 20d in vendita a 49.900 euro con vantaggi cliente per 4.000 euro nelle dotazioni di serie.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

RAM e Dodge arrivano in Europa
Fari Puntati

RAM e Dodge arrivano in Europa

15 ott 2018 Mariano Da Ronch

Klintberg & Way Automotive SA con sede a Lugano è stata nominata da FCA International Operations importatore ufficiale per i veicoli Dodge e RAM in Europa. Le operazioni...

Continua
Elena Fumagalli, Citroen Berlingo
Intervista a

Elena Fumagalli, Citroen Berlingo

09 ott 2018 Paolo Pirovano

Ospite in studio Elena Fumagalli, Resposabile Comunicazione Citroen Italia Puntata dedicata a CITROEN che con il BERLINGO, vettura in studio, ha inventato le...

Continua
DS 7 Crossback E-Tense 4x4, di tutto di più
Salone di Parigi

DS 7 Crossback E-Tense 4x4, di tutto di più

05 ott 2018 motorpad.it

A Parigi lo schieramento in parata della gamma DS Crossback concludersi senza la presenza della capofila, la DS7 Crossback E-Tense 4x4, ovvero il modello fashion, ibrido e...

Continua