Volvo XC40 entra nel segmento delle SUV Compatte Premium

30 gen 2018 Paolo Pirovano
Volvo XC40 entra nel segmento delle SUV Compatte Premium

Che il segmento dei SUV sia in continua crescita è un dato di fatto consolidato da tempo. Anche Volvo ha investito molto in questo comparto e con la XC40, la casa svedese prosegue e completa la gamma SUV, affiancando la nuova arrivata alle più grandi XC90 e la XC60.

Per la prima volta nella sua storia presenta un modello compatto, (4,42 mt di lunghezza) e porta al debutto la nuova piattaforma CMA, sviluppata insieme a Geely, costruttore cinese proprietaria del marchio. Verrà utilizzata anche per le prossime novità Volvo, in particolare per la famiglia 40 che vedremo nel corso dell’anno in un progetto congiunto Volvo/Geely che apre interessanti scenari di sviluppo anche in un mercato di grande potenzialità come quello cinese dove, oltre alle doverose economie di scala quanto mai necessarie nel mondo dell’automotive, porterà ad una nuova generazione di modelli, con una base quanto mai moderna e tecnologica e pronta anche per anche per la casa orientale.

La XC40 trasferisce anche ai SUV compatti lo stile ed il design scandinavo proposto sui modelli maggiori, aggiungendo anche qualcosa di creativo come la griglia o l’interpretazione dei fari, chiamati “Martello di Thor”; un richiamo alla tradizione e alla storia o se preferite ai fumetti della Marvel. Ne risulta un modello di forte personalità, con tutti gli elementi tipici del segmento ben evidenti: alto da terra, ben proporzionato nelle forme, con la particolarità di essere leggermente più largo nella parte posteriore che conferisce una forte presenza su strada e adatto anche ad essere personalizzato attraverso le versioni RDesign, le doppie colorazioni, la scelta della misura dei cerchi da 17” a 21”, tutti elementi che aprono ad una clientela più giovane e anche femminile.

Dove è stato svolto un lavoro particolarmente attento è nell’abitacolo con soluzioni funzionali che vanno ben oltre la presenza di numerosi vani per stivare gli oggetti e aver tutto sempre in ordine. Lo si vede, per esempio, nelle portiere senza woofer che vengono spostati sul cruscotto per ampliare lo spazio all’interno e nell’intercapedine possono essere contenute fino a due bottiglie. Anche il bagagliaio è stato studiato sulla base dell’organizzazione dello spazio; con un elemento divisorio dotato di due ganci consente di sistemare in maniera sicura le borse, evitando che si muovano. Tra le dotazioni qualificanti troviamo uno schermo centrale touchscreen da 12”, il sistema di infotainment  Sensus, e l’interconnesione è assicurata dai protocolli Apple CarPlay e Android Auto.

Il capitolo sicurezza è da sempre elemento fondamentale in casoVolvo e, con la XC60 appena classificata al primo posto tra tutte quelle esaminate nei test EuroNcap, ha ancora più importanza. Molte delle relative tecnologie presenti sulle serie 90 e 60, si ritrovano anche sulla XC40 come l’ultima generazione del sistema City Safety, il dispositivo di guida assistita Pilot Assist, il Park Assist with con telecamera a 360° che aiuta nelle manovre più strette o nei parcheggi, il Run Off Mitigation e il Cross Traffic Alert.

Al lancio la gamma di motorizzazioni si basa sulle unità a quattro cilindri di 2.000 cc a  benzina e diesel della famiglia Volvo Drive-E nelle varianti T5 benzina e D4 turbodiesel, rispettivamente da 247 e 190 CV, abbinate al cambio automatico a 8 rapporti. Nel corso dell’anno debutterà anche l’inedito T3, un tre cilindri turbo benzina di 1.500 cc da 156 CV con cambio manuale e trazione anteriore ed il listino si completerà con il diesel D3 (sempre di 2.000 cc) da 250 CV e con il benzina T4 da 190 CV. Sulle motorizzazioni più potenti sono disponibili le 4 ruote motrici. Seguiranno, poi, le varianti elettriche e ibride basate sul tre cilindri benzina T3.

I prezzi partono da 31.200 per la T3 a benzina cambio manuale e da 33.250 per la D3; una volta completa la gamma della XC40 avrà un range di prezzi compreso tra il prezzo ed i 47.720 della T5 AWD Geartronic Inscription per i benzina, mentre i diesel arriveranno ai 46.420 uro della D4 AWD Geartronic Inscription.

Con la XC40 parte anche il servizio di abbonamento Care By Volvo, un nuovo modo di accedere all’utilizzo dell’auto passando dal concetto di acquisto a quello di utilizzo. Attraverso un canone mensile di 699 euro Iva compresa,  senza alcun anticipo, più assicurazione e manutenzione si ha a disposizione la vettura per 2 anni con un limite di 15.000 km/anno, oltre alla possibilità di usare per 14 giorni un altro modello Volvo in particolari occasioni. Al momento la scelta è solo su due allestimenti definiti ed è aperto sia alla clientela privata sia a quella business

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

LC3 Forum, i vantaggi del metano liquido
Tecnica/Tecnologia

LC3 Forum, i vantaggi del metano liquido

19 ott 2018 Marcello Pirovano

Alcuni giorni fa a Milano si è tenuto un convegno sulla sostenibilità futura del trasporto pesante su gomma, fattore di inquinamento non secondario data la quantità di...

Continua
Davide D'Amico, ALFA ROMEO B-Tech
Intervista a

Davide D'Amico, ALFA ROMEO B-Tech

18 ott 2018 Paolo Pirovano

Ospite in studio Davide D’Amico, Responsabile Ufficio Stampa FCA Italy Fari puntati su ALFA ROMEO, Marchio in continuo rinnovamento con alle spalle grandi tradizioni...

Continua
Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%
Economia

Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%

17 ott 2018 motorpad.it

Se guardiamo i dati delle vendite auto in Europa a settembre, limitandoci solo ai numeri, è normale che nasca qualche preoccupazione. Infatti il mese segna un dato in...

Continua