Smart EQ protagoniste al Milano Rally Show

30 lug 2018 Paolo Pirovano
Smart EQ protagoniste al Milano Rally Show

Il campionato monomarca per vetture elettriche smart EQ ha disputato la seconda prova all’interno del Milano Rally Show. Una formula originale quella scelta dalle piccole city-car che unisce  all’interno di una sola stagione due mondi del motorsport in un insieme unico nel suo genere, con gare in circuito e prove speciali. Bisogna infatti risalire agli anni ’70 per ritrovare questa formula quando si disputava il Giro d’Italia Automobilistico o il Tour de France dove il pilota migliore doveva veramente sapere adattarsi ad ogni situazione e guidare al meglio nelle due discipline.

Bella ed originale quindi l’idea per promuovere l’auto elettrica anche in chiave sportiva e al Milano Rally Show, nella speciale classifica c’è stato grande spettacolo. Le 14 smart EQ al via, hanno affrontato senza problemi le diverse prove speciali e sulla pedana del vincitore è salito per primo l’equipaggio del team LPD composto da Giuseppe Bodega e Marco Panzavuota, con un tempo di 47’42.4. Con un ritardo di soli due secondi si sono classificati Alberto Lembo e Antonio Massimiliano d’Amico, e hanno chiuso in terza posizione, a oltre 13 secondi di ritardo Piergiorgio Capra e Sofia Cardarelli.

Nella speciale classifica femminile al comando troviamo Rachele Somaschini, quarta assoluta a conferma della grande esperienza che sta portando avanti nel CIR, mentre tra gli Junior ha vinto Silvia Simoni (Merfina), unica pilota minorenne in gara. Nella classe Senior è stato Alberto Lembo a ritirare il premio.

Per la classifica generale del trofeo smart EQ, al comando è Fulvio Ferri e Piergiorgio Capra a pari merito con 58 punti, seguiti da Marco Panzavuota con 51 lunghezze, mentre in quarta posizione c’è Alberto Lembo a 14 punti dal primo. Il trofeo tornerà in pista sabato 15 e domenica 16 settembre in occasione del terzo round all’Autodromo di Vallelunga dove le smart torneranno in pista.

Classifica finale Milano Rally Show

1. Bodega-Panzavuota (LPD) – 47’42.4
2. Lembo-D’Amico (Gelateria Sigel) + 2.1
3. Capra-Cardarelli (concessionaria Mercedes-Benz Venus) + 16.4
4. Somaschini-Boero (concessionaria Mercedes-Benz Gino) + 45.0
5. Viganò-Menchini (MBI Truck) + 58.7
6. Longo-Franceschetti (SIND) + 1’20.6
7. Rovida-Milla (Rovida) + 1’54.5
8. Bronzetti-Toscano (Sport Mediaset) + 2’32.3
9. Ferri-Jelmini (Forte Group) + 2’57.4
10. Sgorbini-Vozzo (Pirelli) + 3’01.9
11. Ferrarini-Ruppolo (Longhi) + 3’39.1
12. Simoni-Tiberio (Merfina) + 3’55.4
13. Sellani-Cannavò (concessionaria Mercedes-Benz Roma) + 4’36.7
14. Garbarino-Canale (concessionaria Mercedes-Benz Autocentauro) +4’48.9

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Citroen Visa, quarant'anni di serie speciali
Eventi

Citroen Visa, quarant'anni di serie speciali

02 ago 2018 Paolo Pirovano

Al Salone dell’Auto di Parigi nell’ottobre 1978, Citroen presentava la Visa. Una vettura compatta lunga 3,69 metri che aveva il compito di sostituire la gamma delle Ami6...

Continua