Kia introduce il sistema Mild-Hybrid sullo Sportage diesel

23 mag 2018 Silvia Pirovano
Kia introduce il sistema Mild-Hybrid sullo Sportage diesel

Ci sono Case automobilistiche che, cavalcando l’onda ambientalista, demonizzano il motore diesel e ci sono costruttori che, al contrario, optano proprio per questo tipo di propulsore abbinato ad un sistema definito Mild-Hybrid per ridurre ulteriormente i consumi e quindi le emissioni nocive.
E’ il caso di Kia Motors che ha annunciato il lancio nella seconda metà dell’anno della nuova tecnologia ibrido/diesel sul SUV Sportage, il modello di maggior successo della casa coreana.

I vantaggi del sistema Mild-Hybrid a 48 Volt sono l’abbattimento di CO2 attestato tra il 4 e il 7% a seconda delle procedure di rilevazione; questo oltre all’adattarsi facilmente alle diverse tipologie di propulsori, trazioni e trasmissioni già esistenti, all’incremento di potenza e coppia che apporta, quindi delle prestazioni e del confort e, infine, il recupero dell’energia.

Ma vediamo come funziona: il sistema è composto da una batteria a 48 Volt, uno starter/generator e un convertitore DC/DC. Per l’accumulo di energia impiega una batteria compatta agli ioni di litio da 0,46 kWh. Lo speciale starter/generator Mild-Hybrid Starter-Generator (MHSG) è in grado di fornire coppia in modalità motore, mentre trasforma l’energia del motore diesel in potenza elettrica quando lavora in modalità generatore.
In accelerazione il Mild-Hybrid fornisce fino a 10 kW di potenza elettrica, riducendo così il carico del motore diesel, oltre a consumi ed emissioni.
Nella modalità 'generatore', il sistema MHSG recupera energia cinetica durante la decelerazione e la frenata, mentre nelle normali fasi di marcia fornisce potenza al motore termico, utilizzando l’energia accumulata precedentemente. Il sistema è controllato da una sofisticata centralina elettronica (ECU), che monitora costantemente gli stili di guida regolando i flussi di energia in funzione del livello di carica della batteria, con l’obiettivo di fornire sempre il massimo livello di efficienza possibile.

Non solo. Sullo Sportage Mild-Hybrid diesel debutterà anche la funzione “Moving Stop & Start” in grado di spegnere il motore nelle fasi di decelerazione o di frenata; in questi casi il sistema provvede a riavviare il propulsore appena si preme di nuovo il pedale dell'acceleratore, contribuendo così a ottimizzare e rendere ulteriormente più efficiente la guida quando non è richiesta la massima potenza. Inoltre i nuovi filtri SCR (Selective Catalytic Reduction) contribuiranno a ridurre notevolmente le emissioni inquinati NOx dei nuovi Diesel della gamma Kia nel rispetto delle ultime normative Europee E6D temp.

Più avanti, il sistema Mild-Hybrid sarà applicato anche ai benzina e dal 2019 il secondo modello a beneficiare di questa tecnologia sarà la nuova Kia Ceed. Con l'introduzione del sistema ibrido leggero a 48 Volt Kia diventa il primo produttore ad avere in gamma modelli Full-Hybrid, Plug-in Hybrid, Mild-Hybrid ed elettrici ed entro il 2025 saranno ben sedici i nuovi prodotti Kia “puliti” di cui cinque ibridi, cinque ibridi Plug-in, cinque elettrici e un veicolo Fuel-Cell.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Mitsubishi, fatturato trimestrale + 27%
Economia

Mitsubishi, fatturato trimestrale + 27%

09 ago 2018 motorpad.it

Nel primo trimestre dell’anno fiscale 20181019 Mitsubishi Motors ha registrato un fatturato netto di 560,0 miliardi di yen, in aumento del 27,0% sullo stesso periodo...

Continua