Toyota Sora, il primo autobus a celle a combustibile in Giappone

04 apr 2018 motorpad.it
Toyota Sora, il primo autobus a celle a combustibile in Giappone

Ne abbiamo dato notizia direttamente dal Giappone in occasione del Motorshow di Tokyo e quello che era un prototipo pronto ad passare in produzione è diventato il primo autobus urbano a celle di combustibile (bus FC) a ricevere la certificazione di omologazione in Giappone.  Secondo i piani annunciati da Toyota 100 esemplari saranno pronti a circolare nell’area metropolitana di Tokyo, in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 nel quadro dell’iniziativa globale "Start Your Impossible" che segna l’inizio del passaggio da automotive brand a mobility brand.

Nello sviluppo di Sora, l’obiettivo di Toyota era quello di progettare degli autobus in grado di offrire ai clienti libertà di movimento e il massimo rispetto ambientale e di conseguenza il Toyota Fuel Cell System (TFCS) di Sora, sviluppato per la berlina Mirai, è stato adottato per la sua compatibilità ambientale con azzeramento della emissioni di CO2, per la sua silenziosità e riduzione delle vibrazioni.

Il bus Sora è equipaggiato con un sistema di alimentazione ad elevata capacità, in grado di sviluppare un massimo di 9 kW e 235 kWh2 e utilizzabile come generatore elettrico di emergenza in caso di calamità naturali.
L’allestimento interno prevede sedute orizzontali dotate di un meccanismo di stivaggio automatico con i sedili che vengono riposti automaticamente quando non vengono utilizzati, migliorando il comfort per i passeggeri con passeggini, sedie a rotelle e per gli altri passeggeri.

Un sistema di otto telecamere ad alta definizione, montate all'interno e all'esterno del veicolo, rileva pedoni e ciclisti che si trovano attorno al bus, fornendo supporto al campo di visivo. Alle fermate dell'autobus, il sistema rileva la presenza di pedoni e ciclisti circostanti ed avverte il conducente attraverso notifiche sonore e immagini migliorando così la sicurezza.

Un apposito sistema elimina il rischio di accelerazioni improvvise che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza dei passeggeri in piedi. Il cambio automatico elimina inoltre il rischio di sbandamenti. Il design segue l’effetto stereoscopico che differisce in modo significativo dall' esaedro (forma a scatola) degli autobus convenzionali. Per le luci anteriori e posteriori è stata utilizzata la tecnologia LED, l’insieme di queste caratteristiche di progettazione rendono immediatamente riconoscibile il bus FC.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Mercato Auto Europa. A novembre -8,1%
Economia

Mercato Auto Europa. A novembre -8,1%

14 dic 2018 Paolo Pirovano

Ancora un segno negativo per il mercato europeo dell’auto che continua il calo iniziato lo scorso settembre. Gli ultimi dati di novembre, secondo quanto diffuso oggi...

Continua
CR-V Hybrid, l'ibrido secondo Honda
Secondo noi

CR-V Hybrid, l'ibrido secondo Honda

06 dic 2018 Roberto Tagliabue

Dopo il lancio della versione a benzina a fine settembre, Honda presenta la CR-V ibrida che ha il difficile compito di sostituire l’eccellente versione a gasolio...

Continua
Tarraco: un passo in più per SEAT
Secondo noi

Tarraco: un passo in più per SEAT

05 dic 2018 Mariano Da Ronch

E lo è davvero, a cominciare dal nome: citare la città di Tarragona, ma in latino, la dice lunga sulle ambizioni che la Casa spagnola nutre per questo modello. Disegnata e...

Continua
Mercato Auto in Italia: Novembre -6,3%
Economia

Mercato Auto in Italia: Novembre -6,3%

04 dic 2018 Paolo Pirovano

Chiusura ancora in negativo per il mercato auto nel mese di novembre che chiude con un -6,31% e 146.991 immatricolazioni rispetto alle 156.886 dello scorso anno. Gli 11 mesi...

Continua
La ricetta Renault per le vetture premium
Secondo noi

La ricetta Renault per le vetture premium

20 nov 2018 Mariano Da Ronch

I francesi, si sa, sono tenaci. E in casa Renault l’ambizione di definire una strada transalpina alle vetture di prestigio resiste imperturbabile, con lodevoli esempi non...

Continua